Cerca

Immigrati: profuga incinta, ho perso mio marito nella traversata/ La Storia (2)

Cronaca

(Adnkronos) - "C'era buio pesto e non si vedeva nulla. La motovedetta si avvicinava sempre di piu' e io ho pensato che Selim fosse stato tratto in salvo e che ci saremmo rivisti a Lampedusa", racconta ancora Telou. Ma cosi' non e' stato.

Quando gli oltre quattrocento profughi sono stati trasbordati su diverse motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza, Selim non c'era. E' annegato nel mare nero lasciando Telou nella disperazione.

Appena scesa dalla motovedetta, al suo arrivo a Lampedusa, Telou piange e chiede a tutti notizie del marito. "Forse e' stato portato a bordo di una delle motovedette - pensa speranzosa - e ci vedremo tra un po'".(segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog