Cerca

'Ndrangheta: procuratore Grasso, necessario riconoscimento reato voto di scambio

Cronaca

Reggio Calabria, 3 mag. - (Adnkronos) - ''Potremmo avere maggiori risultati se nel nostro ordinamento ci fosse il reato di voto di scambio fatto di promesse e adesioni tra mafiosi e candidati''. Lo ha affermato il procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso, commentando in conferenza stampa gli arresti del sindaco e degli assessori a Marina di Gioiosa Jonica.

E' in discussione in commissione parlamentare, ha spiegato, una proposta di legge che dovrebbe migliorare la normativa. Al momento lo scambio di voti e' riconosciuto solo se c'e' passaggio di denaro ma non vale per la sola promessa elettorale.

''Laddove ci sono questi contatti ma non c'e' la possibilita' di provare l'appartenenza all'associazione -ha sostenuto- in questi casi non abbiamo uno strumento giuridico per colpire questi collegamenti e le collusioni''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog