Cerca

Terremoto: autocertificazioni false per ottenere contributi, 30 denunce (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Sono stati riscontrati casi di liberi professionisti, che hanno dichiarato l'inagibilita' del proprio studio a L'Aquila, omettendo di dichiarare la disponibilita' di altri studi del tutto indenni dalle conseguenze del sisma. Come anche supermercati e macellerie che, nei mesi successivi al terremoto, avevano notevolmente incrementato i propri profitti, rifornendo - anche in condizioni di monopolio - talune tendopoli e ricevendo i pagamenti da alcune Amministrazioni Comunali e dalla Protezione Civile.

L'entita' modesta della truffa contestata a ciascuna delle persone individuate, fa si che l'indebita percezione di erogazioni statali, rientri nella fattispecie prevista dal secondo comma dell'art. 316-ter del Codice Penale, cui si applica la sola sanzione amministrativa che va da 5.164 euro, fino al triplo del beneficio conseguito.

Ad essa si aggiunge l'attivazione da parte della Guardia di Finanza degli organi competenti al recupero della somma indebitamente percepita e, soprattutto, la segnalazione - sempre ad opera dei finanzieri di Sulmona - alla Procura Regionale della Corte dei Conti per il danno erariale procurato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog