Cerca

Padova: Confindustria rinnova i laboratori dell'Istituto tecnico Marconi (2)

Economia

(Adnkronos) - Pur in una fase di debolezza per l'occupazione, e' stato ricordato, c'e' ancora domanda di figure come periti tecnici ed elettrotecnici. Secondo l'ultima indagine Unioncamere-Excelsior, le aziende padovane hanno difficolta' nel reperire tecnici e operai specializzati rispettivamente nel 30,1% e nel 53,5% dei casi. Un trend confermato dal monitoraggio dell'Itis Marconi sul futuro occupazionale dei neo diplomati, che ha registrato una percentuale di inserimento lavorativo del 100% dopo 3 mesi per periti meccanici ed elettronici, dopo 1 anno per periti termotecnici e quindici domande di lavoro inevase negli ultimi tre mesi.

«Il miglior contributo della scuola contro la crisi e' il rilancio dell'istruzione tecnica - spiega Massimo Finco vice presidente Confindustria Padova e presidente Sezione Metalmeccanici -. Un obiettivo che richiede una didattica aggiornata e attivita' di laboratorio in sintonia con l'evoluzione tecnologica, per acquisire competenze coerenti con i bisogni espressi dal mondo del lavoro. Purtroppo le risorse limitate di cui dispone la scuola spesso impediscono di adeguare i laboratori ai cicli tecnologici. Da qui l'impegno che la Sezione Metalmeccanici di Confindustria Padova ha voluto assumere, con l'obiettivo di creare una vera scuola dell'innovazione. Sistema formativo e impresa devono evolvere insieme in una sorta di ''contaminazione'' positiva, per costruire un percorso formativo di qualita', competenze qualificanti e prospettive concrete per i nostri giovani».(segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog