Cerca

Giappone: Codacons, a Roma e provincia nessun aumento radioattivita'

Cronaca

Roma, 3 mag. - (Adnkronos) - Nessun aumento della radioattivita' a Roma e provincia in seguito alla tragedia nucleare in Giappone, secondo i rilevamenti effettuati dall'Ispesl/Inail. A renderlo noto e' il Codacons.

In data 4 aprile 2011, spiega l'associazione di consumatori, e' stata eseguita una prima misura di radioattivita' ambientale presso il centro ricerche di Monteporzio Catone, sul prato antistante la biblioteca, che ha fatto rilevare solo radioattivita' naturale con un rateo di dose (misura istantanea) di 0,3 S/h. Valore del tutto in linea con la radioattivita' naturale presente nella provincia di Roma, dove in alcune zone puo' raggiungere valori superiori di un ordine di grandezza.

Un ulteriore accertamento e' stato effettuato misurando i livelli radioattivi dal 4 al 28 aprile 2011, con un rateo di dose di 0,278 S/h, conforme alla misura effettuata con il radiometro il 4 aprile. Altri dosimetri sono stati posti, per confronto, in altre zone della capitale (due a Roma nord, due a Roma sud, e uno a Fiano Romano) e le misure non hanno evidenziato alcuna influenza dell'incidente nucleare occorso a Fukushima, registrando valori nella norma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog