Cerca

Strage Erba: Azouz revoca il legale, non vuole condanna Olindo e Rosa (2)

Cronaca

(Adnkronos) - E' lo stesso legale, che lo rappresentava in Cassazione come parte lesa, a raccontare il cambio di rotta di Marzuk: "Ieri sera mi ha chiamato per comunicarmi questi dubbi. Mi voleva imporre non solo di non chiedere piu' l'ergastolo per i coniugi Romano ma voleva anche che stamani chiedessi la riapertura del processo". Una richiesta assolutamente "incompatibile con i miei principi e la mia dignita'", argomenta ancora il leagle di Marzuk che stamattina ha formalizzato davanti alla suprema Corte la rinuncia del suo incarico.

"Mi auguro che i dubbi di Azouz siano genuini e non indotti -dice ancora il legale-. Un cambio di rotta che Azouz mi preannuncio' tempo fa ma non avrei mai pensato che i suoi dubbi si traducessero in una imposizione nei miei confronti. Se avessi avuto dubbi sulla non colpevolezza di Olindo e Rosa non sarei mai venuto oggi in Cassazione". Come spiega ancora l'ex legale del tunisino, che stamattina e' presente in Cassazione avendo ottenuto un permesso speciale come parte lesa nel processo (in serata dovra' tornare nel suo paese d'origine), rinunciando alla costituzione di parte civile Marzuk non avra' piu' diritto al risarcimento dei danni. "Inizialmente era stata chiesta una somma di un milione e 600mila euro di risarcimento ma a questo punto -spiega il legale- non avra' nemmeno la provvisionale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog