Cerca

Alimentare: Ismea, scende fiducia industria, migliora sentiment in distribuzione

Altro

Roma, 3 mag. (Adnkronos) - Fiducia in calo, nel primo trimestre 2011, tra gli operatori dell'industria alimentare italiana, seppure con forti differenziazioni di umore a seconda dell'area geografica e del comparto di appartenenza. I risultati della consueta indagine trimestrale che l'Istituto ha condotto a marzo presso un panel di 1.200 industriali indicano un deterioramento dei giudizi nel Nord Ovest e nel Mezzogiorno, a fronte di un bilancio migliore nel Nord Est e nel Centro Italia.

L'indice, che misura la 'confidence' delle imprese del settore, pur rimanendo di segno positivo (2,6 il valore, in un campo di variazione compreso tra -100 e +100), ha subito una flessione di tre punti rispetto al trimestre precedente, tornando al livello dei primi tre mesi del 2010. La flessione della domanda, specie di quella interna, e il lieve accumulo delle scorte sono i fattori all'origine del peggioramento congiunturale della fiducia.

La spinta inflattiva determinata dal rincaro dei prezzi delle materie prime ed energetiche - sottolinea l'Ismea - ha finito infatti col penalizzare l'industria alimentare, generando ricadute indesiderate sia sulla domanda finale, a causa dell'erosione del potere d'acquisto dei consumatori, sia sulla dinamica dei costi di produzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog