Cerca

Libia: Nato non conferma morte figlio Gheddafi in raid a Tripoli

Esteri

Bruxelles, 3 mag. - (Adnkronos) - "Non possiamo confermare in maniera indipendente" le notizie della morte di Saif a-Arab Gheddafi, il figlio del leader libico che sarebbe rimasto ucciso nella notte tra sabato e domenica scorsi in un bombardamento della Nato a Tripoli. Lo ha detto la portavoce dell'Alleanza atlantica, Oana Lungescu, ribadendo "il rammarico per ogni perdita di vite innocenti in questo conflitto". "La Nato - ha ricordato - non ha tra gli obiettivi individui specifici, ma colpisce obiettivi militari con attenzione e precisione e continuera' a farlo".

Nel definire quella in corso "una campagna complessa", la Lungescu ha poi ripetuto che in Libia "deve esserci una soluzione politica: il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, perseguira' questo urgente compito internazionale alla riunione del Gruppo di contatto giovedi' a Roma".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog