Cerca

Portogallo: Ue ed Fmi chiedono taglio pensioni piu' incisivo

Economia

Lisbona, 3 mag. - (Adnkronos) - Il Fondo monetario internazionale, la Commissione Ue e la Banca centrale europea vorrebbero che il Portogallo tagliasse in modo piu' incisivo la spesa previdenziale, rispetto a quanto previsto nel precedente piano di austerity gia' rigettato dal Parlamento. E' questa l'indiscrezione pubblicata sul quotidiano portoghese Diario Economico, citando fonti anonime.

Le misure proposte dal governo includevano interventi sulle pensioni superiori ai 1.500 euro mensili, scrive il giornale, sostenendo che adesso i tecnici dell'Ue e del Fondo chiedono tagli anche sulle pensioni sopra i 600 euro.

Il piano per risanare i conti e' precondizione per la concessione del pacchetto di salvataggio da 80 miliardi di euro dell'Ue e dell'Fmi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog