Cerca

Lirica: incerto il futuro dell'opera, un convegno fa il punto

Spettacolo

Roma, 3 mag. - (Adnkronos) - Serve una decisa iniziativa politica che dia risposte forti e chiare ai problemi della governance delle Fondazioni liriche, in termini di nuove forme organizzative, aumento della produttivita' e della qualita' della produzione. E' quanto e' emerso oggi nel corso del convegno 'L'opera lirica: un futuro e' possibile?', organizzato oggi all'Auditorium Parco della Musica di Roma da Federculture e dall'Associazione per l'Economia della Cultura, che ha riunito intorno a un tavolo economisti e operatori del settore.

Tutti hanno concordato su un punto fondamentale: l'opera lirica e' una componente culturale primaria del Paese, un bene dal valore collettivo universalmente riconosciuto e fortemente identitario, che consolida e rafforza l'immagine italiana nel mondo. Ma va certamente ridefinito l'aspetto gestionale e finanziario delle Fondazioni che, mai come nell'ultimo anno, sono state investite dalla crisi economica al punto da portare alcuni Teatri a un passo dalla chiusura.

Il peggio e' stato scongiurato grazie al reintegro del Fus che ha riportato ai teatri d'opera 212,6 milioni di euro, ma l'emergenza finanziaria delle Fondazioni liriche rimane e restano aperti i problemi relativi alla riorganizzazione e alla riforma del sistema, non esauriti dalla legge 100/2010 della quale sono in fase di approvazione i decreti attuativi. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog