Cerca

Strage Erba: casa delitto diventata alloggio per famiglie in difficolta'/Scheda

Cronaca

Roma, 3 mag. - (Adnkronos) - Da luogo di un feroce delitto ad alloggio per famiglie in difficolta'. La casa della strage di Erba, dove la sera dell'11 dicembre 2006 furono uccisi Raffaella Castagna, suo figlio Youssef di soli due anni, la nonna del piccolo Paola Galli e una vicina di casa, Valeria Cherubini, e' diventata un alloggio per famiglie in difficolta'.

L'offerta in comodato gratuito e' stata decisa da Carlo Castagna (che nella strage ha perso la moglie, la figlia e il nipotino) e la gestione e' stata affidata alla Caritas. Le chiavi dell'appartamento sono state consegnate nel dicembre del 2010 da Castagna stesso al parroco don Giovanni Afker e al responsabile della Caritas della zona di Lecco, don Ettore Dubini.

L'appartamento di via Diaz, in provincia di Como, e' entrato a far parte di una rete di appartamenti sociali presenti nella citta' di Erba che la Caritas, insieme alle parrocchie e alle associazioni locali, gestisce per offrire ospitalita' a persone e famiglie in difficolta' segnalate dai servizi sociali dei Comuni del territorio erbese. La rete e' composta da quattro monolocali per la prima emergenza, tre appartamenti gestiti dall'associazione 'Mani aperte' per l'accoglienza in regime di comunita' e un appartamento per permanenze di medio periodo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400