Cerca

Fiat: Bonanni, in ex Bertone caporali hanno deciso al posto dei generali

Economia

Roma, 3 mag. (Adnkronos) - "Sono molto contento oggi perche' quello che non hanno fatto i generali l'hanno fatto i caporali". E' il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, ad esemplificare cosi', alla tavola rotonda 'Acqua, un bene pubblico', la decisione delle Rsu della Fiom sul referendum allo stabilimento ex Bertone della Fiat.

Bonanni si e' compiaciuto del fatto che "gli operai della ex Bertone hanno deciso per il si'" andando contro alla posizione della Fiom di Landini. Si tratta, secondo Bonanni, di "persone consapevoli della sorte e che vengono incontro da un punto di vista culturale affinche' vengano salvati i posti di lavoro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigigi

    03 Maggio 2011 - 19:07

    Evidentemente al sindacato di Bonanni (ma anche in Uil e Cgil),non conoscono gli effetti del lavoro che in genere la base militare compie,a vantaggio dei superiori. I generali,che sanno solamente comandare,in quanto e' per quello che hanno studiato,usufruiscono del lavoro certosino e specialistico che la truppa svolge,garantendosi cosi,prebende,promozioni e medaglie. Alla truppa (caporali) solo un permesso ed una promessa di beneficiare su qualcosa,alla prossima occasione,che non avverra' mai. Quindi, ecco,che il lavoro ed i pareri degli operai della Fiat,hanno avuto ragione della riottosita',esclusivamente politica che la Fiom (Cgil), aveva da sempre manifestato. Speriamo per il futuro che si continui cosi. E se poi, eliminassimo,almeno alcuni generali e colonnelli,a vantaggio dei sottufficiali e della truppa,non si farebbe un soldo di danno,anche nelle altre parti delle Istituzioni Italiane tutte. Certo che se tutto il popolo,si svegliasse,mi piacerebbe vedere la faccia di taluni..

    Report

    Rispondi

blog