Cerca

Sicilia: Cisl, ddl formazione subito in Aula a ripresa lavori Ars

Cronaca

Palermo, 3 mag. - (Adnkronos) - La Cisl Sicilia, con una nota firmata dalle segreterie regionali della Cisl e della Cisl Scuola, interviene sui temi della formazione professionale. Il sindacato si rivolge al governo e ai presidenti dei gruppi parlamentari dell'Ars e alle forze politiche di maggioranza e opposizione. Protesta ''perche' non vengono pagati gli stipendi arretrati, non c'e' l'accompagnamento alla pensione per i piu' anziani cosi' come la mobilita' per i piu' giovani e non si sblocca il meccanismo di automatico rifinanziamento del fondo di garanzia che, peraltro, resta riservato solo a chi e' stato assunto fino al 2002''.

La politica, sostiene la Cisl, dopo le ''esasperate scorribande clientelari e affaristiche dell'ultimo decennio, ha scelto, in occasione dell'approvazione della legge finanziaria, di imboccare la strada delle promesse demagogiche e irrealizzabili piuttosto che quella delle scelte responsabili per coniugare razionalizzazione del settore e tutele dei lavoratori''. E questo, ''nonostante l'assunzione di responsabilita' delle parti sociali'' firmatarie dell'accordo-quadro del 14 aprile. La Cisl chiede al governo e ai presidenti dei gruppi parlamentari di ''porre davvero rimedio al disastro che hanno fatto''.

"Diano priorita' - scrive il sindacato - al ddl sulla formazione professionale portandolo in Aula sin dall'avvio dei lavori parlamentari previsti per il prossimo 10 maggio e completando l'iter in commissione in pochi giorni, per approvarlo entro una settimana''. Presentare alla commissione lavoro dell'Assemblea regionale il disegno di legge contenente le norme stralciate dalla Finanziaria, infatti, ''non e' di per se' sufficiente a risolvere la situazione di crisi in cui e' stato messo il settore''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog