Cerca

Impregilo: Pini studia dossier Igli, Ligresti a caccia di liquidita'/Il punto (3)

Finanza

(Adnkronos) - Dopo il semaforo rosso della Consob ai francesi di Groupama, Unicredit, secondo l'accordo siglato con i Ligresti entrera' in Fonsai con una partecipazione del 6,6% del capitale. Una quota che potrebbe influenzare le scelte dell'ingegnere, mentre continuano i colloqui con le banche per il riscadenziamento del debito Premafin. Cosi' Ligresti, in cerca di liquidita', potrebbe acconsentire a uscire da Impregilo.

Ligresti, attraverso Immobiliare Lombarda, detiene il 33% di Igli, una quota pari a quella di Atlantia dei Benetton e di Argo Finanziaria della famiglia Gavio. Proprio la cassaforte della famiglia Gavio sarebbe pronta a farsi interamente carico della quota dei Ligresti arrivando cosi' a detenere il 66% di Igli, la holding che detiene la maggioranza relativa di Impregilo. Un'ipotesi tutta da verificare.

Atlantia, invece, la societa' di gestione delle autostrade italiane sarebbe interessata non ad aumentare la sua quota in Impregilo, ma solo alle concessioni autostradali del gruppo. Anche in questo caso si tratta solo di indiscrezioni di stampa che non trovano conferme ufficiali. L'ipotesi di un'uscita dei Ligresti, che qualcuno ipotizza possa avvenire entro l'anno, finirebbe per modificare l'assetto di Igli, stabile dal 2006 quando i tre azionisti avevano 'sostituito' la famiglia Romiti e avevano puntato al rilancio dell'azienda. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog