Cerca

Abruzzo: operazione Gdf, scoperti 100 lavoratori irregolari

Cronaca

Vasto, 4 mag. - (Adnkronos) - La Guardia di Finanza abruzzese ha svolto un'operazione, denominata 'Illegal work', su tutto il territorio regionale per contrastare l'economia sommersa ed il lavoro in nero. I militari hanno individuato oltre 100 lavoratori irregolari di cui 72 in nero e sono state scoperte numerose violazioni di carattere fiscale, nonche' due operatori completamente sconosciuti al fisco.

In particolare, sulla costa teatina i finanzieri hanno individuato un albanese, privo del permesso di soggiorno, che alla vista dei militari e spinto dai titolari del ristorante in cui lavorava in nero, ha tentato la fuga. I militari sono riusciti a fermarlo e l'uomo e' stato denunciato all'Autorita' Giudiziaria, mentre i titolari dell'attivita' sono stati denunciati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

A Vasto, alle 3,30 del mattino presso un panificio i finanzieri hanno fermato 4 italiani che lavoravano in nero. Nel teramano, in Val Vibrata, presso una falegnameria sono stai scoperti 9 italiani impiegati irregolarmente e sempre in Val Vibrata presso un'azienda del settore di abbigliamento sono stati verbalizzati 16 lavoratori di etnia cinese illegali. Nell'aquilano sono stati rilevati altri lavoratori irregolari romeni, macedoni e argentini, prevalentemente nel settore dell'edilizia. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog