Cerca

Bin Laden, gli Usa: "Foto? Atroci" Identificata moglie ferita nel blitz

Esteri

Washington, 4 mag. (Adnkronos/Aki) - E' stata identificata la moglie di Osama Bin Laden ferita nel blitz in Pakistan delle forze speciali statunitensi che ha portato all'uccisione dello sceicco del terrore. Stando al sito web della Abc, si tratta di Amal Ahmed Abdul Fatah, la più giovane delle mogli di Bin Laden e, probabilmente, la sua ''preferita''.

Nel compound in cui è stata effettuata l'operazione di domenica notte è stato infatti ritrovato il passaporto della donna. La tv pakistana Geo ha mostrato l'immagine del documento. Amal Ahmed Abdul Fatah, 29 anni, quarta moglie dello sceicco, era legata a Bin Laden da quando era adolescente: la Abc spiega che era stata data in moglie all'ormai ex numero uno di al-Qaeda come 'dono' da una famiglia yemenita. Lo sceicco del terrore e la donna vivevano, secondo la Abc, con tre figli nel secondo e terzo piano dell'edificio principale del compound teatro del blitz.

Domenica, quando le forze speciali americane hanno fatto irruzione nel 'fortino' di Abbottabad, Amal era in camera da letto con Bin Laden. ''Nella stanza con Bin Laden c'era sua moglie - aveva spiegato ieri sera il portavoce della Casa Bianca, Jay Carey - Si è scagliata contro uno degli assalitori americani ed è stata colpita a una gamba da colpi d'arma da fuoco, ma non è stata uccisa''. Nell'operazione sono rimaste ferite anche due figlie.

Secondo quanto riferisce la tv satellitare 'al-Arabiya' i familiari di Bin Laden, catturati dai militari americani, sarebbero stati trasferiti nell'ospedale militare di Rawalpindi, nel nord del Pakistan.

Il direttore della Cia, Leon Panetta, si dice convinto che una fotografia che ritrae Osama Bin Laden morto alla fine verrà diffusa, pur confermando che vi sono "preoccupazioni" all'interno dell'amministrazione sul potenziale impatto delle immagini che ritraggono il defunto leader di al-Qaeda.

"Il governo naturalmente valuta il modo migliore per farlo, ma non credo che vi siano dubbi sul fatto che alla fine una fotografia verrà fatta vedere pubblicamente", ha dichiarato Panetta in un'intervista a Brian Williams della NBC. "Ovviamente ho visto quelle fotografie - ha aggiunto - e le abbiamo analizzate e non vi sono dubbi che si tratti di Bin Laden".

Intanto, all'indomani dell'uccisione di Bin Laden, l'ex presidente americano George Bush ha declinato l'invito di Barack Obama ad unirsi a lui per la visita a Ground Zero. Obama sarà a New York domani e incontrerà i parenti delle vittime dell'attentato dell'11 settembre 2001.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog