Cerca

Carceri: Uil, quelle catanesi sovraffollate e senza personale

Cronaca

Catania, 4 mag. - (Adnkronos) - "La Casa Circondariale di Catania oggi ha un organico di 321 agenti uomini e 19 donne di Polizia Penitenziaria, ma 96 sono stati distaccati al Nucleo Traduzioni e Piantonamenti e in altri servizi, pertanto sono in servizio 244 unita' in totale a fronte di un organico previsto di 402 uomini e 33 donne, cioe' 435 . Di fatto l'organico e' carente quasi del 42%". E' quanto rende noto la Uil di Catania che domani, dalle 10 alle 12.30, terra' un presidio davanti alla Prefettura di Catania con i lavoratori degli istituti penitenziari per ''denunciare le inquietanti carenze delle carceri locali e lo sconcertante trattamento del personale in servizio''.

Alla manifestazione parteciperanno i segretari provinciali Uil e Uil PA Angelo Mattone e Armando Algozzino che consegneranno ai rappresentanti delle istituzioni un ''Rapporto sulle carceri di Catania e provincia'' dedicato alla memoria dei dodici agenti penitenziari catanesi morti suicidi, vittime di omicidi o stroncati da infarto e altre cause di servizio in questi ultimi anni''. In merito alla casa circondariale etnea, il sindacato fa sapere che i detenuti "dovrebbero al massimo essere 221 , mentre attualmente sono 580 detenuti: quasi il triplo rispetto al previsto.

A peggiorare le cose, da 6 anni il personale non fruisce di caserma per interminabili lavori di ristrutturazione e, anche qualora si completassero i lavori, non sono stati previsti i fondi per l'acquisto di mobili e suppellettili per l'arredo della caserma. Inoltre, sono stati negati i fondi per il servizio navetta che, a causa delle difficolta' per l'inagibilita' della caserma, accompagnava il personale per il pernottamento alla Scuola di S. Pietro Clarenza". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog