Cerca

Libia: Di Pietro, mozioni ipocrite e anticostituzionali, no a guerra

Politica

Roma, 4 mag. - (Adnkronos) - "La nostra e' una mozione diversa dalle altre perche' chiede che il nostro Paese non partecipi alla guerra in Libia. Rispettiamo le altre mozioni, ma le riteniamo sbagliate nel merito". Lo dice Antonio Di Pietro chiedendo all'aula di Montecitorio di "pensarci due volte" prima di dare l'ok a azioni militari in Libia.

"Non mi sono messo a fare il bastian contrario a tutti i costi -aggiunge il leader Idv- ma usare la guerra come soluzione dei conflitti e' scelta medievale e che non risolve i problemi".

"In questa aula -prosegue Di Pietro- noi vogliamo colpire Gheddafi ma, buttando una bomba che voi chiamate intelligente, abbiamo ammazzato tre nipoti di Gheddafi. Uno aveva 10 mesi. Questa e' giustizia?". E insiste: "Che senso ha dire che vogliamo una data di fine? Questa e' ipocrisia allo stato puro. Si tratta di mozioni ipocrite che violano la Costituzione. Dichiarate lo stato di guerra, allora. Pensateci due volte".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog