Cerca

Carceri: medico su caso Trieste, con tecnica 'casereccia' possibili successi/Scheda (3)

Cronaca

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - A questo punto e' la tecnica adottata, per quanto 'casereccia', a far la differenza. "Per avere la piu' alta percentuale di successo, per intenderci quella paragonabile a un rapporto sessuale completo - precisa Giorlandino - andrebbe usata una siringa per arrivare vicino al collo dell'utero. Sarebbero perfetti anche quegli stantuffi che vengono utilizzati per le lavande vaginali, e che le detenute potrebbero aver messo da parte proprio con l'obiettivo di usarli per questo fine".

Ma attenzione, avverte l'esperto, la scelta di usare questo 'escamotage' per allontanarsi dal carcere puo' costare anche molto cara. "Il liquido seminale - ricorda - puo' trasmettere tutte quelle infezioni che transitano attraverso di esso, compreso Hiv (anche se in misura minore rispetto a un rapporto normale), nonche' la clamidia, micoplasma, ecc.". Rischi che lievitano considerando che nella popolazione detenuta l'incidenza di queste patologie e' di gran lunga piu' alta rispetto a quella registrata tra chi vive fuori dalle sbarre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog