Cerca

Roma: cannibalizzavano societa', in intercettazione lettera in stile Toto' e Peppino (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Alla richiesta di saldare il conto, i membri dell'organizzazione rispondevano con intimidazioni spesso spacciandosi anche come esponenti di note famiglie camorriste. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati frigoriferi, televisori, condizionatori ma anche pezzi arredamento o intere cucine industriali che erano custoditi in un capannone a Guidonia.

A capo dell'organizzazione c'erano una coppia residente a Guidonia: C.S, napoletano di 47 anni, e la sua convivente B.S., 39 anni. A gestire un secondo ramo dell'associazione in Campania c'era il fratello del 47enne,G. S. di 48 anni.

Tutti con precedenti per truffa. Ruolo di B.S. era quello di individuare imprese in difficolta' e trovare i depositi per la merce. Piu' di 70 i fornitori truffati, per un bottino complessivo di circa 3 milioni di euro accertati. Le indagini, sono partite alla fine dello scorso anno, in seguito alla denuncia di un imprenditore di Guidonia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog