Cerca

Cgil: Di Berardino (Roma e Lazio), sciopero per riforma fisco e Piano per lavoro

Economia

Roma, 4 mag. - (Adnkronos/Labitalia) - "Uno sciopero generale nel Lazio per chiedere con forza di cambiare il fisco, che e' iniquo verso lavoratori e pensionati, e per chiedere un grande Piano per il lavoro, che affronti i numeri drammatici che la crisi ha causato anche nella nostra regione". Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e Lazio, fa il punto con LABITALIA della situazione con cui la regione e la Capitale arrivano all'appuntamento indetto dalla Cgil a livello nazionale. "In Italia -sottolinea- abbiamo un'evasione fiscale che equivale a 10 Finanziarie e non si puo' piu' chiedere a lavoratori e pensionati di pagare tasse cosi' pesanti".

Bisogna, invece, "tassare i grandi patrimoni, i grandi redditi", invita Di Berardino che ricorda anche come il Lazio "sia la regione piu' tassata d'Italia: a fronte di una tassazione media nazionale (comprensiva dei tributi regionali, provinciali e comunali) di 1.233 euro, in Lazio la tassazione media e' di 1.843 euro, cioe' 610 euro in piu' all'anno".

Un onere che si spiega anche con la diversa pressione dell'Irpef regionale. "Nel Lazio e' dell'1,7% -spiega il sindacalista- praticamente il doppio di quella media italiana (0,9%). Cosi' come a Roma l'Irpef comunale e' dello 0,9%, a fronte dello 0,5% media italiana": (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog