Cerca

Previdenza: Crescimbeni, far conoscere regole per sviluppo integrativa

Altro

Roma, 4 mag. (Adnkronos) - ''Per favorire l'adesione ai Fondi pensione ritengo prioritaria la diffusione della cultura previdenziale, in quanto solo la effettiva e approfondita conoscenza delle regole del sistema pensionistico obbligatorio permette di valutare l'esigenza e l'opportunita' di sviluppare il risparmio previdenziale attraverso la previdenza integrativa''. Lo ha sottolineato il Presidente dell'Istituto Inpdap, Paolo Crescimbeni, intervenendo alla 'Giornata Nazionale della Previdenza', in corso a Milano.

Il sistema pensionistico, ha osservato Crescimbeni, e' ormai ''in sicurezza'', per effetto degli interventi legislativi finora apportati. Il nuovo scenario descrive un panorama che vede, da un lato, l'equilibrio sostanziale dei conti, e, dall'altro, il rilancio della previdenza complementare per recuperare il differenziale tra le pensioni future e l'attuale livello di copertura. Da un 'indagine condotta dall' Inpdap su 169 scuole, per oltre 4.000 persone, risulta che oltre il 65% degli intervistati non ha ancora chiari i meccanismi del sistema pensionistico obbligatorio e solo il 20% conosce la finalita' principale della previdenza complementare''.

L' Inpdap, ha evidenziato il Presidente, sta cercando di ridurre il gap informativo attraverso diversi strumenti: "la progressiva messa in linea dell' estratto conto previdenziale a tutti gli iscritti - corsi di formazione- informazione per le Amministrazioni affinche' si sviluppi poi, a cascata, un processo di propagazione della conoscenza della materia previdenziale all'interno delle stesse Amministrazioni - la pubblicazione di opuscoli e manuali di agevole fruibilita' per rendere di immediata comprensione anche le tecnicalita' piu' complesse. Occorre su un piano piu' generale - ha concluso Crescimbeni - che i Fondi pensione siano supportati, in casi ed entro limiti ben definiti, dalla mano pubblica per dare agli aderenti quella fiducia nei rendimenti dei Fondi pensione che, finora, e' stata messa a dura prova dalle crisi dei mercati e che ha frenato il reale sviluppo della previdenza complementare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog