Cerca

Firenze: la Tisana della Val d'Orcia alla Mostra dell'Artigianato (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Le otto specie individuate sono rosmarino (Rosmarinus officinalis L.), lavanda (Lavandula vera D.C., sin. Lavandula angustifolia Mill., Lavandula officinalis Chaix), salvia (Salvia officinalis L.), origano meridionale Origanum vulgare L. subsp. viridulum (Martrin-Donos) Nyman (sin. (Origanum heracleoticum L., Origanum hirtum), timo (Thymus vulgaris), issopo (Hyssopus officinalis), achillea (Achillea millefolium), santoreggia annuale (Satureja hortensis).

Il particolare andamento climatico-stagionale ha ritardato tutte le pratiche colturali necessarie a garantire la buona riuscita dell'impianto. E' stata attivata anche una collaborazione con Sienambiente spa, ditta di compostaggio che produce compost da rifiuti organici utilizzabile anche in agricoltura biologica.

Tutto il raccolto e' stato essiccato presso l'Azienda Agricola Belladonna tramite un essiccatore ad aria alimentato a gasolio. Per la sperimentazione della Tisana in Val d'Orcia si e' costituito il Comitato Tecnico Scientifico di cui fanno parte, insieme a Eurobic che ha fornito consulenza e servizi per sviluppare l'attivita', l'Universite' Europeenne Senteurs Saveurs, capofila progetto Mediss e referente per il territorio dell'Alta Provenza, CIPAAT SR Siena per la parte relativa alla formazione e assistenza alla imprese, l'azienda Belladonna s.a.s per la parte erboristica, il Comune di Radicofani e di San Quirico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400