Cerca

Immigrati: Carlo Casini (Udc-Svp), emergenza non e' eccezionale

Politica

Palermo, 4 mag. - (Adnkronos) - "Bisogna rendersi conto che la questione dell'immigrazione in Europa attraverso il mediterraneo non e' eccezionale e temporanea, ma e' geopolitica e durevole. Dobbiamo percio' dare risposte che abbiano un respiro globale e permanente e che si basino sull'anima dell'Europa, cioe' sulla sua missione storica di riconciliazione a livello planetario, come disse nel 1988 Giovanni Paolo II al Parlamento europeo". Lo ha dichiarato Carlo Casini, Presidente dei Deputati Udv-Svp al Parlamento europeo, intervenendo all'apertura delle Giornate di Studio del Gruppo Ppe a Palermo alla presenza del Presidente del Gruppo Ppe Joseph Daul, del Presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek, del Primo Ministro ungherese e Presidente del Consiglio dell'Ue Viktor Orban, del Primo ministro di Malta Lawrence Gonzi e del Primo Ministro del Marocco Abbes Fassi Fihri.

"Un progetto di questo tipo che guardi al sud del mediterraneo arabo e musulmano deve mettere al centro dell'attenzione il problema israelo-palestinese e quindi puntare ad un forte dialogo tra le religioni che trovano in Gerusalemme il luogo dove l' unico Dio che esse chiamano con nomi diversi si e' particolarmente manifestato. Credere di risolvere i problemi soltanto modificando o interpretando in diverso modo il Trattato di Schenghen significa far prevalere l'egoismo dei popoli europei, ma cioe' lavorare contro l'Europa", ha concluso Carlo Casini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog