Cerca

Camorra: Amendola e Orlando (Pd), Cesaro spieghi chi sono suoi riferimenti su territorio

Cronaca

Napoli, 4 mag. - (Adnkronos) - "I risvolti dell'inchiesta di Quarto aprono uno scenario inquietante. Dalle risultanze dell'inchiesta emerge che il riferimento politico di Luigi Cesaro nel centro flegreo, Armando Chiaro, era andato in Spagna dal boss Giuseppe Polverino per contrattare l'apertura di una discarica nel comune di Quarto. La stessa che poi la Provincia di Napoli ha indicato solo pochi mesi fa e che poi non e' stata realizzata dopo le proteste dei cittadini". A dichiararlo in una nota congiunta sono il segretario regionale del Pd Campania, Enzo Amendola, e il commisasrio provinciale Pd Napoli, Andrea Orlando.

''Ora vogliamo la verita' - aggiungono -. E' una coincidenza che il coordinatore provinciale del Pdl, nonche' presidente di Palazzo Matteotti, scelga come sito di stoccaggio la stessa cava che Chiaro voleva contrattare con la camorra? Cesaro faccia luce immediatamente in merito ai suoi rapporti politici e ci dica chi sono i suoi riferimenti sul territorio. Non siamo interessati a nessun polverone, piuttosto vogliamo capire se la vita amministrativa e politica di questa provincia sia dilaniata da una vera e propria questione morale".

''Il Pdl e i suoi massimi rappresentanti, da Nicola Cosentino a Luigi Cesaro, hanno il dovere di rispondere al susseguirsi di questi scandali che mostrano una pesante infiltrazione della camorra nelle loro liste. Infine, Gianni Lettieri ha capito finalmente da chi e' sponsorizzato? Oppure preferisce ancora chiudere gli occhi e far finta di non sapere nulla? Noi sappiamo che tutti i partiti sono esposti a questi fenomeni, la differenza sta nella capacita' a saper reagire dopo questi avvenimenti'', concludono Amendola e Orlando.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog