Cerca

Torino: il manifesto ose', 'scopiamo'? Una ramazza contro 'vecchia politica'/Diario elettorale

Politica

Roma, 4 mag. - (Adnkronos) - 'Scopiamo'? Una richiesta che, forse, qualche elettrice potrebbe considerare una proposta indecente. Niente paura, pero': l'esortazione di Giacinto, Giangi per gli amici, Marra, 52 anni, imprenditore pugliese trapiantato in Piemonte, candidato sindaco a Torino con la lista 'Azzurri italiani', e', senza alcuna malizia, quella di spazzare via la "vecchia politica". Nel manifesto, il Giangi, sorridente, tiene in mano una scopa con le setole tricolore con la quale, appunto, spazzare via un vecchio modo di gestire la cosa pubblica.

Marra, che si autodefinisce "leader-professionista del pulito", evidentemente, a sfornare manifesti a doppio senso ci ha preso gusto. Suo, infatti, il cartellone elettorale apparso in citta' qualche settimana fa dove lo stesso candidato tiene in mano due palle (sfere) con il simbolo della lista che lo sostiene. "Per cambiare, chi le ha?", e' lo slogan. E chissa' che queste trovate 'ardite' possano fargli raggiungere la quota del 3% alla quale esplicitamente la lista Azzurri italiani punta. Il timore, pero', e' che possa essere proprio la scopa del povero Giangi ad essere spazzata via, politicamente parlando, dagli 'aspirapolvere' elettorali di candidati come Piero Fassino o Michele Coppola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog