Cerca

Archeologia: Calabria, riprodotto processo di cottura argille nel neolitico (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''Abbiamo lanciato l'idea all'assessore alla Cultura Mario Caligiuri -ha detto il professore Antonio Oliva- di un museo diffuso, cioe' unificare le tante realta' della Calabria e diffonderne la conoscenza sotto forma di divulgazione scientifica''. Una trentina di vasi trovati a Curinga saranno esposti al museo nazionale preistorico etnografico ''Pigorini'' di Roma. Poi torneranno in Calabria per far parte del museo permanente di Lamezia Terme. La sovrintendente Simonetta Bonomi ha annunciato che sara' dedicata una sezione al neolitico anche nel museo di Reggio Calabria.

''Ho scoperto anche io, grazia agli studiosi -ha commentato il sindaco di Curinga, Domenico Pallaria- quanto siano preziosi i beni archeologici che abbiamo. E' pero' necessario il sostegno economico per poterle gestire''. Su questo argomento il presidente del Consiglio regionale, Franco Talarico, ha sostenuto l'idea di spendere bene i fondi comunitari disponibili e puntare sui siti d'eccellenza per non disperderli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog