Cerca

Firenze: Sgherri, chiarezza su oltre 40 appartamenti su collina Bellosguardo

Cronaca

Firenze, 4 mag. - (Adnkronos) - ''E' necessario fare piena chiarezza, e farlo in tempi rapidi, in merito all'edificio in corso di costruzione presso la collina di Bellosguardo a Firenze. Per questo e' doveroso sapere quali informazioni la Regione Toscana abbia al riguardo e quali azioni abbia messo o abbia intenzione di mettere in atto, per quanto di competenza, per tutelare una delle zone paesaggisticamente di maggior pregio della citta', area infatti sotto vincolo paesaggistico fin dal 1951. Non e' forse il caso di attivarsi - nei limiti delle competenze regionali - per tentare di sospendere il proseguo dei lavori in attesa che vengano appurati i numerosi aspetti da chiarire in merito, chiarimenti per altro - a quanto ci consta - sollevati in una sua relazione in merito dallo stesso Garante regionale della comunicazione nel governo del territorio. Non e' parimenti forse il caso di attivarsi nella direzione di una moratoria alla realizzazione dell'intervento, nei confronti del Comune di Firenze?'' Cosi' Monica Sgherri, capogruppo di ''Federazione della Sinistra - Verdi'' in Consiglio Regionale spiega la ratio dell'interrogazione presentata oggi alla Giunta Regionale.

''La vicenda della costruzione di quest'edificio - in tutto 46 appartamenti - ha sollevato numerose proteste da parte di cittadini, associazioni, due interrogazioni parlamentari ecc., un iter travagliato che si e' protratto per anni che ha portato all'avvio dei lavori solo nel luglio 2010, vicenda che ha generato - a seguito di una istanza a lui diretta - una relazione da parte del suddetto garante, che e' stata inviata, a quanto ci risulta, fra gli altri alla stessa Regione''.

''Si tratta di una questione - sostiene Sgherri - da chiarire sotto numerosi aspetti: dubbi sul rispetto delle normative nazionali e regionali di tutela paesaggistica, la verifica di tutto l'iter autorizzativo, ecc.; inoltre se vi sia stata erogazione di fondi regionali su tale intervento: a suo tempo motivati perche' il progetto era parzialmente inserito nel piano nazionale e conseguente piano regionale ''ventimila alloggi in affitto'' ma i cui tempi di accesso ci risultano scaduti da tempo e non e' inoltre chiaro se il progetto in corso di realizzazione mantenga o meno le parziali finalita' pubbliche di quello originario. Insomma, sono necessarie risposte chiare e conseguenti azioni in merito che tendano a tutelare un patrimonio paesaggistico come la collina di Bellosguardo''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog