Cerca

Rifiuti: Federlazio, il 10 maggio servizio sospeso da aziende smaltimento

Cronaca

Roma, 4 mag. - (Adnkronos) - "Le aziende di smaltimento rifiuti della Federlazio dichiarano, attraverso 'Federlazio Ambiente', che gia' il 10 febbraio 2011, sempre per gli stessi motivi, aveva preannunciato la serrata per fine febbraio poi sospesa a fronte delle assicurazioni, inevase, di provvedere comunque da parte della Regione Lazio, che se entro martedi' 10 maggio 2011 non si sara' provveduto almeno all'adeguamento tariffario e al pagamento di congrui acconti da parte dei Comuni Utenti, non saranno piu' in grado di soddisfare il servizio che inevitabilmente dovra' essere interrotto". E' quanto si legge in una nota di Federlazio.

"Il presidente della Federlazio, Maurizio Flammini - e' spiegato nella nota - ha scritto il 28 aprile 2011 una lettera urgentissima al Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, per aggiornarla sulla gravissima situazione in cui versano le aziende di smaltimento rifiuti associate a 'Federlazio Ambiente', categoria che rappresenta la quasi totalita' delle aziende del settore presenti a Roma e nel Lazio. Una condizione di cui la Regione e' gia' a conoscenza da tempo visti i numerosi incontri svolti al riguardo".

"Gia' il 30 novembre 2010 Federlazio Ambiente aveva denunciato la gravita' del problema nel corso di una grande conferenza tenutasi a Palazzo Venezia in cui presento' alle Autorita' e alla Stampa uno studio sullo 'Stato e prospettive del sistema dei rifiuti urbani a Roma e nel Lazio - prosegue la nota - affrontando, fra gli altri, il tema dell'attuazione del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti degli investimenti di 650 Milioni di Euro per il completamento degli impianti; l'accumularsi dei debiti insoluti da parte dei Comuni Utenti; la grave inadeguatezza delle tariffe di smaltimento fissate dalla Regione Lazio che da tre anni attendono l'adeguamento". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog