Cerca

Roma: stordiva i clienti e poi li derubava, arrestata

Cronaca

Roma, 4 mag. - (Adnkronos) - Una donna bulgara, I.V., di 31 anni, e' stata arrestata dagli uomini della polizia di stato dopo aver stordito e derubato un connazionale. I due si sono incontrati in un bar, nei pressi della stazione Termini. Dopo qualche bicchiere hanno concordato un prezzo per una prestazione sessuale, e si sono trasferti in un albergo del centro. L'uomo da quel punto in poi non ricorda piu' nulla. Al suo risveglio, in camera della sua roba non era rimasto nulla: scomparsi cellulare, 1900 euro contanti e altri oggetti personali.

Il malcapitato si e' subito rivolto agli agenti del commissariato viminale, diretto da Carmine Belfiore, denunciando l'accaduto e fornendo particolari molto precisi sulla donna: ''delle sue parti'', sulla trentina e della quale aveva conservato il numero di cellulare.

Gli uomini della polizia che di continuo monitorizzano le schede dei terminali della sala operativa della questura, hanno rintracciato la donna in un hotel di via Filippo Turati all'Esquilino. La donna e' stata sorpresa nel sonno. Nella sua stanza e' stata trovato un flacone di "songar" un potente ipnotico/sonnifero e la merce rubata al connazionale bulgaro. Al termine degli accertamenti la donna e' stata condotta in carcere. Gli investigatori stanno verificando un possibile coinvolgimento della donna in altri episodi simili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog