Cerca

Musica: giovani talenti e non solo per stagione 2011-2012 di Santa Cecilia (2)

Spettacolo

(Adnkronos) - A questo proposito Cagli ha sottolineato che Santa Cecilia ''da cinque anni presenta bilanci in pareggio, piu' del 50% delle proprie entrate arriva dalla biglietteria e dai finanziatori privati e che nel 2010, nonostante la crisi, ha visto crescere del 20% i ricavi della biglietteria, passati dai 6.316.000 euro del 2009 a 7.435.000 euro. Le presenze -ha aggiunto- sono state 416.500 delle quali 360mila paganti. Tra questi i giovani sono stati 30.700. Inoltre, sono arrivati 700mila euro in piu' dai privati''.

Tutte cifre che danno l'idea dell'attivita' dell'Accademia che, come ha spiegato Cagli, ''ha mantenuto alto il numero degli spettacoli con 270 concerti in sede e 40 fuori sede''. Poi le tourne'e, che quest'anno, complice la fama internazionale dell'Accademia e del suo direttore Pappano, celebrata anche dal successo delle incisioni discografiche con le piu' importanti etichette (Decca, Emi e Deutsche Grammophon), sono aumentate moltissimo e nel 2012 le richieste sono in crescita ''al punto -ha detto il sovrintendente- che stiamo cominciando a dire di no''. Ma le masse artistiche saranno di nuovo in Germania e poi a Oviedo, Saragozza, Amsterdam e Parigi. Oltre a una tourne'e in Cina e un'altra, da valutare attentamente, in Giappone.

E la prossima stagione promette un analogo successo, se non maggiore, grazie alla commistione tra tradizione e innovazione, tra nuovi talenti e vecchie glorie, tra repertorio e brani di rara esecuzione. Come lo straordinario oratorio 'Il Libro dei 7 sigilli' di Franz Schmidt, la cui ultima esecuzione a Roma risale al 1955 all'Auditorium della Conciliazione, con l'orchestra della Rai alla presenza di Pio XII. A Santa Cecilia il capolavoro del Novecento musicale sara' diretto da Fabio Luisi. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog