Cerca

Liguria: Aspi, perfezionata intesa sulla Gronda di Genova

Economia

Roma, 4 mag. (Adnkronos) - ''La Gronda di Genova e' una certezza. Per la prima volta in Italia, grazie al ''Debat Public'', i cittadini sono stati coinvolti nella discussione su ''come fare meglio'' un'opera che cambiera', potenziando, la viabilita' della citta' e l'intera rete autostradale ligure. Con questo strumento e' stato realizzato un vero e proprio esperimento di democrazia partecipata.'' E' quanto dichiarato da Giovanni Castellucci, Amministratore Delegato di Autostrade per l'Italia, nel corso della conferenza stampa ''Cantieri Aperti Liguria''.

Durato poco piu' di due mesi, da febbraio ad aprile del 2009 e caratterizzato da 12 incontri tra Autostrade, gli Enti territoriali e la popolazione, ''il Debat Public - ha dichiarato Castellucci - ha rappresentato un luogo per confrontarsi e arrivare a una scelta progettuale, proposta da Autostrade, ma condivisa con tutti, per la realizzazione di un'infrastruttura lunga oltre 33 km che ci siamo impegnati a realizzare con un massiccio investimento di 3,1 miliardi di euro e in soli 8 anni dalla data di consegna dei lavori. Tempi decisamente ridotti vista l'imponenza dell'opera che, ricordo, per circa il 90% verra' realizzata in galleria''.

L'impegno di Autostrade in Liguria non si esaurisce con la realizzazione della Gronda di Ponente, che prevede anche il potenziamento della A7 e dell'interconnessione A7/A12. Attraverso i 3,3 miliardi investiti sulla rete autostradale ligure, Autostrade per l'Italia, il primo investitore privato in Italia con oltre 23 miliardi di euro, potenziera' anche il Nodo di San Benigno, la viabilita' di accesso al distretto portuale di Voltri e la viabilita' locale di accesso alla barriera di Lavagna; e' inoltre previsto l'intervento di parziale complanarizzazione della A10 in localita' Pra'-Palmaro. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog