Cerca

Sciopero: Martelli (Uil Emilia Romagna), Cgil lo usa per dividere i lavoratori

Economia

Bologna, 4 mag. - (Adnkronos) - "Lo sciopero e' un'arma di fondamentale importanza e non deve mai essere utilizzato per dividere i lavoratori per mere finalita' politiche o peggio di parte. Come, invece, accade con quello generale del 6 maggio". E' quanto sostiene il segretario della Uil Emilia Romagna e Bologna Gianfranco Martelli, che aggiunge, di scioperi "la Cgil ne ha proclamati tanti, anzi troppi. Molti slogan e una ridda di richieste in cui si mixa tutto e il contrario di tutto. Unico chiaro obiettivo: essere i supplenti di un'ala politica ora assente dal Parlamento e di un'opposizione un po' inadeguata". "Ma risultati sindacali portati a casa sono a pari a zero" attacca Martelli, citando il caso dell'ex Bertone: "pur essendo a maggioranza Fiom, i lavoratori hanno scelto di difendere il loro impiego".

"Come Uil esprimiamo profondo rispetto nei confronti di quei lavoratori e di quei pensionati che, anche se in numero sempre minore, continuano a seguire queste indicazioni estremamente sbagliate e dannose in un contesto di crisi come quello attuale" prosegue il segretario Uil, convinto che sia "mistificante continuare ad illudere lavoratori e giovani che la crisi, tra l'altro ben lontana dell'essere risolta, lasci tutto inalterato e che si possa continuare a riproporre schemi ideologici superati". L'auspico e' che la "la Cgil, dopo questo sciopero rituale, smetta di abbaiare alla luna - conclude Martelli - e ritorni alle cose realizzabili".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog