Cerca

Sciopero: Pd Toscana in campo per sostenere la protesta Cgil

Cronaca

Firenze, 4 mag. - (Adnkronos) - ''La difficile situazione economica e sociale del Paese continua a peggiorare senza che questo Governo, privo di qualsiasi politica industriale nazionale, metta in campo freni alla crescente disoccupazione e sostegni alle imprese. Lavoratori e disoccupati, imprenditori in crisi, giovani e pensionati scendono in piazza con sempre piu' frequenza a dire a questo Governo che il Paese rischia il tracollo senza essere ascoltati. Il momento e' grave e occorre una via d'uscita, condivido le ragioni della mobilitazione del 6 maggio ed in quest'ottica l'auspicio e' che tutte le forze sociali possano trovare un percorso comune perche' l'unita' sindacale e' la via per difendere nel modo migliore il mondo del lavoro e concorrere cosi' allo sviluppo del Paese''. Cosi' il segretario del Pd della Toscana Andrea Manciulli si esprime in vista dello sciopero generale indetto dalla Cgil per il prossimo 6 maggio.

E il responsabile regionale Economia e lavoro del partito Ivan Ferrucci aggiunge: ''Il Pd su questi temi, il lavoro, le crisi aziendali, sui giovani, su un nuovo modello di welfare, sul fisco, su proposte per far superare la crisi al nord come al sud, e' da sempre molto impegnato. E tanto si sta facendo in Toscana grazie al rapporto proficuo tra tutte le istituzioni e le organizzazioni datoriali e sociali. Il grande assente a questi tavoli, per presenza e proposta e' il Governo nazionale, senza il quale viene a mancare l'apporto a volte decisivo. Per questo molti di noi venerdi' saranno in piazza, al fianco dei lavoratori e di chi un lavoro non ce l'ha o rischia di perderlo, per far capire che la priorita' in Italia oggi e' il problema occupazionale, che la nostra e' una Repubblica fondata sul lavoro''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog