Cerca

Scuola: domani a Roma la Festa del Libro, una rosa in cambio di un volume

Cronaca

Roma, 4 mag. - (Adnkronos) - Una rosa in cambio di un volume. E' il baratto che verra' riproposto alla terza edizione della Festa del Libro, in programma domani dalle 10.30 ai giardini di viale Mazzini (altezza via Col di Lana) e negli spazi della scuola media di via Col di Lana a Roma. La manifestazione - che si tiene abitualmente il 23 aprile in coincidenza con la giornata mondiale del libro promossa dall'Unesco ma spostata quest'anno per il sovrapporsi delle festivita' pasquali - ha lo scopo di presentare attivita' legate alla parola scritta in tutte le sue forme.

Nelle diverse aree e negli stand presenti fuori e dentro la scuola, i ragazzi potranno confrontarsi e conoscere tanti aspetti legati al testo. Forte del successo raccolto nelle precedenti edizioni, si replichera' lo scambio una rosa-un libro: chi donera' uno o piu' volumi da destinare alla biblioteca scolastica, sara' 'ripagato' con una rosa. La festa si prefigge di far conoscere il libro sotto tanti punti di vista: da dove trovare libri da poter leggere a proprio piacimento, a come si scrive un romanzo (incontro con la giovane autrice Mara Marat), fino a parlare del mestiere del critico con l'incontro "Riconoscere un buon libro: la cassetta degli attrezzi ed istruzioni per l'uso".

Sono inoltre previste iniziative legate ai libri e alla lettura realizzate dai ragazzi: brevi storie animate (Il Piccolo Nicola star del teatrino dei burattini), juke box poetico e esibizioni di poesie a richiesta, pubbliche letture con i libri per ragazzi che da Pinocchio a Cuore hanno contribuito a costruire l'Italia. Poi ci saranno "Le parole contro la guerra: Me're Courage lettura da B. Brecht") la presentazione di libri realizzati dagli alunni e lavori di scrittura creativa (blog e libri di ricette con annessa degustazione), momenti di parole e musica legati ai 150 anni dell'Unita'. La filosofia della Festa, e' "riaffermare il valore del libro e della parola scritta sostenuto e difeso dalla scuola 'Belli' per riaffermarne l'importanza come veicolo primario di diffusione del pensiero critico, delle emozioni, della fantasia e dell'impegno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog