Cerca

Borsa: Milano arretra con Europa e Wall Street, vendute banche

Finanza

Milano, 4 mag. (Adnkronos) - Piazza Affari archivia la seduta in netto calo, con vendite diffuse su bancari e cementieri, insieme alle principali Borse europee, inclusa Lisbona che in chiusura viene trascinata in negativo dopo aver resistito in controtendenza per l'intera seduta dopo l'accordo, raggiunto ieri sera, tra il governo portoghese, Ue, Fmi e Bce su un piano di aiuti finanziari da 78 mld di euro in tre anni.

Le piazze europee, gia' negative a meta' seduta, hanno amplificato i ribassi sulla scia dei dati macro del pomeriggio dagli Usa, la variazione dell'occupazione Adp in aprile, cresciuta sotto le attese, e l'indice composto non manifatturiero, sempre in aprile, diffuso dall'Institute for Supply Management, ampiamente inferiore alle previsioni.

L'attenzione si sposta ora sulle richieste di sussidi di disoccupazione Usa in agenda domani e, soprattutto, sulla variazione degli occupati non agricoli in aprile, che verra' diffusa venerdi'. Sui mercati valutari l'euro guadagna sul dollaro, con il cambio a 1,485. L'oro al fixing pomeridiano di Londra segna 1.541 dollari l'oncia, in recupero frazionale dopo il calo del fixing mattutino, (1.536 dollari). In calo il petrolio, con il future sul Wti con consegna a giugno a 110,63 dollari il barile alle 15.28. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog