Cerca

Giustizia: Di Pietro, con mio ddl o avvocati o legislatori

Politica

Roma, 4 mag. - (Adnkronos) - "La mia proposta di legge non prevede che gli avvocati non possano essere candidati al Parlamento, ma che una volta eletti debbano fare una scelta: o fanno gli avvocati o i parlamentari''. E' quanto precisa in una nota il presidente dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.

''Non si tratta, quindi, di una causa di ineleggibilita' ma di incompatibilita', vale a dire che, una volta eletti, gli avvocati devono decidere se continuare a fare la loro professione o i legislatori. Non e' corretto che facciano tutt'e due le cose contemporaneamente, altrimenti la mattina fanno una legge secondo le proprie esigenze di difensori e il pomeriggio vanno in Tribunale e se la applicano", aggiunge.

"Noi abbiamo bisogno di un Parlamento indipendente e non bloccato dai conflitti d'interesse di persone che non lavorano per il bene comune, ma per salvaguardare le proprie cause e gli interessi privati dei loro clienti", conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog