Cerca

Milano: Grillo, amministratori incapaci di intendere e di volere

Politica

Milano, 4 mag. (Adnkronos) - "Milano e' governata da amministratori incapaci di intendere e di volere". Ad affermarlo e' Beppe Grillo, fondatore del Movimento 5 stelle nel corso di un comizio per la campagna elettorale milanese che vede il giovane Matteo Calise, di 20 anni, candidato sindaco. "Questa citta' non si capisce piu' cos'e' -ha sottolineato Grillo- e ha un sindaco, una signora che quando si guarda allo specchio si chiede: ma sono veramente io il sindaco?. La citta' e' piena di cemento, ha un piano regolatore di 35 mln di metri cubi di cemento, pari a 350 pirelloni".

Grillo riferendosi all'ex sindaco Gabriele Albertini "quello in mutande" ha sottolineato come "abbia indebitato questa citta' per 1,75 mld di euro e questi qui -ha proseguito riferendosi all'attuale amministrazione- ci hanno messo 4 anni per capire di essere pieni di debiti. Sono incapaci di intendere e di volere".

Rivolgendosi alla piazza Grillo ha poi continuato: "avete una signora sindaco moglie di un petroliere che gli da' 20 milioni di euro ma chiunque puo' diventare sindaco con 20 milioni. Dall'altra parte c'e' un signore di 70 anni, Pisapia, che ha gia' perso in partenza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog