Cerca

Festa mamma: Rauti (Pdl), meno retorica e piu' sostegno

Cronaca

Roma, 4 mag. - (Adnkronos) - ''I dati contenuti nel XII Rapporto annuale di Save the Children su 'Lo Stato delle Madri nel Mondo', diffusi oggi dimostrano, purtroppo, come la maternita' possa diventare una condizione di svantaggio''. Lo ha dichiarato la consigliera regionale del Lazio e membro dell'ufficio di presidenza, Isabella Rauti.

''Il divario nei tassi di mortalita' per maternita' tra Paesi industrializzati e in via di sviluppo - ha aggiunto - e' drammatico e impone azioni urgenti, in sintonia con quanto previsto dagli obiettivi di sviluppo del millennio, per ridurre la mortalita' infantile e quella materna nel mondo. Per quanto riguarda l'Italia si impongono alcune riflessioni sulle madri-bambine. Come risulta dal focus presentato questa mattina, per la maggior parte delle piccole mamme la nascita ha conseguenze negative sul piano relazionale e su quello sociale, oltre che psicologico, riducendo le possibilita' di accesso all'istruzione e di inserimento nel mondo del lavoro. Se la maternita' costituisce un indice per stabilire il grado di civilta' di una nazione, in Italia e' necessario restituire centralita' e valore sociale alla maternita' nonche' rafforzare quella rete di protezione e inclusione indispensabile alle ragazze che aspettano un figlio".

"Sono convinta - ha concluso - che di fronte al fenomeno crescente delle madri-bambine sia necessario disegnare e sviluppare percorsi specifici medico-sanitari, sostegni mirati alla maternita' precoce ed interventi di prevenzione finalizzati ad affrontare e contenere le criticita' delle gravidanze adolescenziali. Essere mamme non deve essere un ostacolo alla piena realizzazione degli altri diritti, primo fra tutti quello all'inclusione sociale. In occasione dell'imminente festa della mamma il mio auspicio e' che ci sia meno retorica e piu' sostegno e riconoscimento della maternita'''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog