Cerca

Croce Rossa: Usb, lavoratori Cri pernottano al comitato centrale

Cronaca

Roma, 5 mag. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Ha pernottato nella sede del Comitato centrale Cri, in via Toscana 12 a Roma, la delegazione di lavoratori che ieri era rimasta a confronto con il Commissario dell'ente, dopo che le minacce di sgombero e di denunce penali giunte dalla Polizia avevano allontanato il cospicuo gruppo di dipendenti che si era trattenuto nei locali per poter partecipare alla trattativa sindacale sul proprio futuro. Lo comunica l'Usb in una nota.

"A fronte del nulla di fatto emerso dall'incontro con Francesco Rocca, al quale si chiedeva l'apertura di un tavolo interministeriale in tempi stretti per affrontare i gravi problemi in atto nell'Ente, con pesanti ricadute occupazionali, la delegazione ha deciso di rimanere al Comitato centrale, dove ancora adesso si trova". L'Unione Sindacale di Base sostiene la battaglia dei dipendenti Cri, e considera gravi le dichiarazioni del Commissario Rocca, che accusa di violenza e prepotenza dei lavoratori che, preoccupati per il proprio futuro, sarebbero rei di aver voluto presenziare ad una trattativa in cui e' in ballo il loro destino in Cri.

"Altrettanto gravi sono le prese di posizione di alcuni sindacati, i quali anziche' difendere il diritto dei lavoratori a partecipare ai tavoli e la legittimita' della protesta, si allineano alle posizioni datoriali. La trattativa di ieri in Croce Rossa non e' di fatto partita - prosegue la nota - in quanto la Dirigenza non ha inteso iniziare la riunione se non si fossero allontanati i numerosi lavoratori che Usb aveva incluso nella delegazione trattante, dopo averne dato ufficiale comunicazione. A fronte del permanere dei lavoratori, la Dirigenza ha abbandonato il tavolo, mantenendo un atteggiamento di chiusura anche nel successivo incontro con la delegazione ristretta". La delegazione sindacale ha dunque deciso di proseguire l'occupazione e di convocare tutti i lavoratori ad una assemblea aperta, che si terra' oggi a mezzogiorno sotto la sede nazionale Cri. Usb si augura che in queste ore il Commissario "maturi la responsabile decisione di considerare le richieste avanzate, ripristinando cosi' il clima di serenita' da tutti auspicato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog