Cerca

Mafia: Filippo Graviano, critico il mio passato ma non sono un pentito

Cronaca

Firenze, 5 mag. - (Adnkronos) - ''Il mio e' un percorso interno, una revisione critica del passato, non avendo interessi a cercare favori, agevolazioni da parte dello Stato o da chi sa chi. Il mio e' un miglioramento interno, un miglioramento della persona''. Lo ha detto il boss Filippo Graviano precisando la sua posizione e smentendo, come aveva fatto intendere il collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza, di avere intenzione di diventare un pentito.

''Io non sono come Spatuzza, che va cercando vantaggi. Nel mio caso e' un discorso interno, un qualcosa da non manifestare. Io non ho mai cercato i magistrati -ha aggiunto Filippo Graviano- per dirgli che da domani non faccio piu' il cattivo, perche' faccio qualcosa di positivo. Io non ho mai esternato il mio cambiamento, perche' non ero e non sono alla ricerca di vantaggi''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog