Cerca

Appalti: pm in richiesta giudizio per Bertolaso, pubblica funzione asservita a 'cricca'

Cronaca

Perugia, 5 mag. (Adnkronos) - Guido Bertolaso, per cui la procura della repubblica di Perugia chiede il rinvio a giudizio per corruzione nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti dei Grandi Eventi, ha ''accettato promesse e ricevuto utilita' in modo unitario'', scrivono i pubblici ministeri di Perugia nella richiesta di rinvio a giudizio.

''Le utilita' poste in rilievo e gli atti individuati e descritti - si legge ancora - danno dunque la prova incontrovertibile dell'asservimento della pubblica funzione e appaiono inquadrabili oltre che con specifico riferimento a singoli atti e specifiche utilita', anche in un'ottica di 'protezione globale'''.

Guido Bertolaso aveva chiesto di essere interrogato dai pubblici ministeri perugini dopo l'avviso di conclusione delle indagini, e proprio a quell'interrogatorio, avvenuto l'8 marzo 2011, fanno riferimento i magistrati nella richiesta di rinvio a giudizio quando scrivono che ''se si puo' convenire sulla circostanza che questi non abbia approvato, almeno formalmente e direttamente atti aggiuntivi, pur tuttavia - spiegano - la condotta corruttiva emersa in fase delle indagini si colloca nell'alveo giurisprudenziale che riconosce l'addebito nell'aver accettato promesse e ricevuto utilita' in modo unitario, nel senso della riconducibilita' delle stesse alla medesima fonte, anche se in funzione di una pluralita' di atti da compiere, per cui il reato si configura come una condotta pressoche' unitaria pur in presenza di una pluralita' di utilita' che realizzano solo elargizioni gia' tacitamente convenute''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog