Cerca

Mafia: Filippo Graviano, mai pensato a collaborare con giustizia

Cronaca

Firenze, 5 mag. - (Adnkronos) - "I nostri discorsi erano improntati alla legalita', al rispetto della legge e delle istituzioni ma non c'e' stato mai alcun discorso sulla collaborazione e credo di aver gia' portato delle prove che non e' avvenuto quel colloquio e che non aveva motivo di esistere". Lo ha detto Filippo Graviano, collegato in videoconferenza dal carcere di Parma con l'aula bunker di Firenze, nel corso della sua testimonianza al processo sulle stragi mafiose del 1993 che vede imputato il boss Francesco Tagliavia.

Filippo Graviano ha ricordato i suoi colloqui in carcere con il pentito Gaspare Spatuzza nel corso del 2000 e del 2004, colloqui in cui sarebbe emersa la possibilita' di avviare una collaborazione con lo Stato. Il presidente della Corte d'Assise d'Appello, Nicola Pisano, ha chiesto al boss mafioso: "Ci fu questa possibilita' di collaborazione?". "No", ha risposto Filippo Graviano. "Spatuzza ha tentato poi di negare che in carcere noi parlavamo di legalita' e di rispetto delle istituzioni", ha aggiunto. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog