Cerca

Toscana: per la caccia allo storno si chiede la riapertura (3)

Cronaca

(Adnkronos) - ''La Regione Toscana - ha sottolineato l'assessore regionale all'agricoltura e alla caccia, Gianni Salvadori - ha deciso di collaborare alle iniziative di approfondimento di queste tematiche organizzate da enti locali, quali le province di Pistoia, Firenze e Pisa e da associazioni quali la Federcaccia nazionale perche' occorre fare chiarezza una volta per tutte sulle strade da seguire. Al momento, dopo la firma del Ministro dell'Agricoltura sulla nuova richiesta di inserimento dello storno fra le specie cacciabili, occorre che con la massima sollecitudine questa venga trasmessa dalla Presidenza del Consiglio alla Commissione Europea, sperando in un esito favorevole. In caso contrario, dovremo proseguire con le deroghe, ma non piu' con le incertezze giuridiche del passato''.

''Nei prossimi giorni a San Rossore (Pisa) e a Pistoia - ha aggiunto Salvadori - si terranno due importanti iniziative di carattere nazionale che hanno in comune la tematica della cacciabilita' dello storno. Nel caso dell'iniziativa promo ssa da Federcaccia a San Rossore (appuntamento il 19 maggio) la tematica sara' quella della del reinserimento dello storno fra le specie cacciabili per l'Italia da parte della Commissione Europea. Quella promossa dalle province di Pistoia, Pisa e Firenze (appuntamento all'Auditorium di Larciano il 20 maggio) riguardera' la possibilita' di prelievo venatorio in deroga, come avvenuto fino al 2009''. ''La Regione Toscana - ha concluso Salvadori - e' disponibile a fare la sua parte, nell'una e nell'altra ipotesi''

Alla conferenza stampa tenuta oggi a Firenze hanno preso parte, insieme all'assessore Salvadori, il presidente nazionale di Federcaccia, Gian Luca Dall'Olio, l'assessore provinciale di Pistoia, Rino Fragai, di Pisa, Giacomo Sanavio, e la vicepresidente della Provincia di Firenze Laura Cantini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog