Cerca

Cultura: Calimani (Meis), Ferrara sara' il centro di quella ebraica in Italia

Cultura

Roma, 5 mag. - (Adnkronos) - Far diventare Ferrara centro della cultura ebraica in Italia con la costruzione di un grande museo. A lanciare questo progetto suggestivo e' Riccardo Calimani, presidente del Meis, Museo nazionale dell'ebraismo italiano e della Shoah, che vedra' la luce proprio nella citta' degli Estensi. Un'iniziativa, questa, che sara' messa in evidenza dalla seconda edizione del Festa del Libro Ebraico, in programma da sabato a lunedi' prossimi. Ferrara, spiega all'ADNKRONOS Calimani, "diventera' il cuore della cultura ebraica. Abbiamo scelto questa citta', nella quale si svolgera' anche la Festa del Libro Ebraico, per la sua collocazione centrale".

"Ha infatti - sostiene Calimani- una posizione baricentrica. E poi "Ci sono antichi insediamenti ebraici -prosegue Calimnani- e non bisogna dimenticare che, proprio a Ferrara, c'e' stata una buona integrazione tra italiani ed ebrei come testimonia la storia raccontata da Giorgio Bassani nel 'Giardino dei Finzi Contini'. Realizzare un museo dell'ebraismo nel nostro Paese -continua- e' importante e riguarda tutti gli italiani. Anche perche', ad esempio, pochi sanno quanti sono gli ebrei in Italia. E che sono arrivati sulla nostra Penisola due secoli prima dei cristiani e molto prima dei Papi".

L'idea del museo per il quale, ricorda Calimari, "e' stato scelto il progetto definitivo da una rosa di 52" sara' messa in evidenza dalla Festa del Libro che ha l'obiettivo di "presentare la varieta' della realta' ebraica in Italia, che spesso non viene capita fino in fondo. La realta' ebraica, in Italia, viene da lontano e dura da 22 secoli, ha radici profonde". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog