Cerca

Mafia: familiari vittime Georgofili, fate state zitti i fratelli Graviano

Cronaca

Firenze, 5 mag. - (Adnkronos) - ''Fateli stare zitti! Non ne possiamo piu' di mafiosi che ci tengono appesi per i piedi mentre cerchiamo la verita'. I fratelli Giuseppe e Filippo Graviano sono stati la rovina della nostra vita, ci hanno ammazzato i figli. Chi ha possibilita' di far finire questa tortura infame lo faccia finire una volta per tutte!. Giuseppe Graviano sia messo nelle condizioni di non socializzare, che non lo sa fare e mai lo sapra' fare, per lui socializzare vuol dire ordinare la morte dei figli degli altri''. Lo afferma, in una nota, Giovanna Maggiani Chelli, presidente dell'Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili, dopo aver assistito nell'aula bunker di Firenze alle testimonianze dei boss Graviano al processo per le stragi di mafia del 1993 che vede imputato Francesca Tagliavia.

''I Graviano vogliono andare a casa fuori dal carcere, via dall'ergastolo, via dal 41 bis, lo vengono dire a tutti noi ogni qualvolta gliene viene data l'opportunita'. Sciorinano racconti di vita di mafia della peggior qualita' - afferma Maggiani Chelli - non parlano di cose che portano all'accertamento della verita' per le stragi terroristiche eversive da loro commesse, invocano la loro innocenza su tutto. La mafia Cosa Nostra ancora una volta ha la parola, prima o poi l'avremmo anche noi, e potremmo finalmente urlare la nostra rabbia in un Paese che ha tutte le leggi per farci ascoltare i nostri carnefici in dibattimento, e non ha la forza di far rispettare le leggi dello Stato come la 206/04 in favore delle vittime di Giuseppe e Filippo Graviano''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog