Cerca

Bin Laden: Nyt, Osama aveva Ak-47 a portata di mano quando fu ucciso

Esteri

Washington, 5 mag. (Adnkronos) - Osama bin Laden aveva un fucile d'assalto Ak-47 e una pistola Makarov a portata di mano quando il commando americano e' entrato nella stanza dove si trovava il leader di al Qaeda. Lo scrive oggi il New York times, fornendo nuovi dettagli sul raid del primo maggio nel compound di Abbottabad.

I nuovi dettagli forniti oggi, scrive il quotidiano, differiscono da quanto detto inizialmente dalla Casa Bianca sul fatto vi erano stati scontri a fuoco durante tutta l'operazione. Ora l'amministrazione Usa ha fornito una nuova versione piu' accurata, basata sui rapporti dell'operazione, secondo la quale soltanto all'inizio del raid sono stati sparati colpi contro il commando americano entrato nel compound, composto da una ventina di uomini dei Navy Seals.

A sparare e' stato Abu Ahmed al Kuwait, il corriere di bin Laden, che ha aperto il fuoco da dietro la porta della casetta degli ospiti, adiacente alla casa dove si trovava il leader di al Qaeda. Gli americani hanno risposto, uccidendo al Kuwaiti e una donna che era con lui. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog