Cerca

Firenze: Lega Nord, un clima di odio contro di noi in Toscana (4)

Cronaca

(Adnkronos) - Manuel Laurora, invece, ha visto la scena. ''Gli anarchici hanno scambiato uno dei ragazzi per Renzo Bossi. L'hanno infamato e lo hanno colpito con un casco da moto. Poi, l'hanno preso a calci, a pugni e a sputi. Per fortuna che nessuno e' caduto in terra, altrimenti lo massacravano. Non contenti, ci hanno minacciato di morte dicendoci di averci ''schedato'' come succedeva negli Anni di Piombo''.

Emanuele Canepa si e' beccato ''un bel calcio da dietro. Sono proprio dei vigliacchi. Erano dei tori che, invece di impazzire col rosso, lo hanno fatto col verde''. Andrea Barabotti e' stato un po' l'oggetto del contendere. Oltre a portare una pochette verde, assomiglia a Renzo Bossi tanto da essere soprannominato ''i' triglia''. ''Ho ricevuto un colpo con un casco e diversi calci, pugni e sputi. Sono finito all'ospedale e adesso dovro' portare le stampelle per diversi giorni. Quanto avvenuto non ci impedira' certo di continuare a manifestare le nostre idee, ma, al contrario, ci ha dato maggiore forza e maggiore coscienze che le nostre battaglie sono giuste e hanno un senso''.

Condanna arriva anche dal segretario nazionale della Lega Nord Toscana, l'eurodeputato Claudio Morganti. ''Non siamo assolutamente contrari alle manifestazioni di piazza, vera espressione di democrazia, ma non possiamo tollerare quando queste si trasformano in veri e propri atti di violenza e aggressione, come accaduto ieri, sia nei confronti delle forze dell'ordine che contro i tre dipendenti della Lega Nord Toscana in Regione. Spesso, infatti, siamo abituati ad assistere a raduni organizzati dagli anarchici e dai centri sociali che ben poco hanno a che fare con la democrazia e il vivere civile''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog