Cerca

Lazio: asili nido come imprese, e' polemica su proposta di legge regionale (3)

Cronaca

(Adnkronos/Ign) - Anche il Pd ha pronta una sua proposta. ''Per noi il punto centrale e' la tutela del servizio di formazione del bambino che parte dall'inizio della vita- afferma a Ign Tonino D'Annibale, consigliere regionale Pd - l'asilo nido e' uno strumento utile a questa esigenza, perche' e' un centro di tutela in questo senso. Nel centrosinistra siamo tutti d'accordo che la proposta Perazzolo non va e non c'e' dubbio che auspico si possa arrivare a un testo unitario''.

''Mi preoccupano alcune situazioni, come il sindaco di Roma Alemanno che dice: 'la Capitale dara' vita solo ad asili nido convenzionati perche' costano la meta' di quelli comunali'. Noi non chiudiamo la porta ad asili convenzionati o privati basta che ci siano delle regole precise che valgano per tutti - sottolinea D'Annibale - Non faremo sconti neanche sui vaucher, una mancia che di fatto sostituisce il diritto.

''Abbiamo bisogno di riorganizzare il settore che ha delle falle, su questo non c'e' dubbio - continua D'Annibale - ma il diritto dei cittadini non puo' essere messo in dubbio. Ma anche la qualita' e' imprescindibile. Ci vogliono regole certe per tutti e sanzioni certe ed elevate per chi non le rispetta. Anche le tagesmutter devono avere una regolamentazione certa. E' chiaro - conclude - che vediamo di buon occhio l'aumento dei posti per i bambini (obiettivo di Perazzolo, ndr) ma di pari passo nel caso deve crescere anche il numero delle maestre.'' (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog