Cerca

Rifiuti: Mei-Vigna (Api), Roma come Napoli paradossale aumento tariffe

Cronaca

Roma, 5 mag. - (Adnkronos) - ''Roma come Napoli. L'emergenza rifiuti nella capitale sta raggiungendo livelli finora mai conosciuti. E' davvero paradossale che di fronte a una situazione al collasso l'unica risposta politica del centrodestra sia quella di aumentare le tariffe''. Lo dichiarano, in un comunicato congiunto, Mario Mei e Salvatore Vigna, capigruppo di alleanza per l'Italia alla regione e al comune.

"Apprendiamo da notizie di stampa, da segnalazioni di cittadini e da esposti di alcuni consiglieri municipali - proseguono - che negli ultimi giorni la situazione rifiuti e' precipitata. In alcuni quartieri gli operatori dell'Ama non passano per la raccolta da tre giorni quando, a norma di legge, i rifiuti non possono restare nei cassonetti e a terra per piu' di 48 ore, per evidenti ragioni igienico-sanitarie. Se a cio' aggiungiamo la denuncia del Codacons sul disservizio della municipalizzata, il quadro e' tristemente completo. In una situazione simile, pero', la maggioranza di centrodestra, nonostante i ripetuti solleciti dell'Api, non ha approvato le delibere che tracciano le direttive per i contratti di servizio e discute, proprio questa mattina, la delibera 43 che ridetermina l'aumento delle tariffe sui rifiuti. Tutto cio', senza che sia abbia ancora la determinazione dell'assetto societario di Ama e del suo piano industriale''.

''Di fronte alla situazione di Roma, che ormai sembra un'autentica discarica a cielo aperto e a determinate scelte politiche - concludono Mei e Vigna - l'amministratore delegato Ama Panzironi e il sindaco Alemanno hanno il dovere di assumersi tutte le responsabilita' del caso e di annunciare ai cittadini a quali rimedi stanno pensando per uscire da questa emergenza in tempi brevi''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog